Recensione Lacrime di Coccodrillo

Un poliziesco tra i carruggi

Buon giorno readers!

Eccoci con la prima recensione di quest’anno.

Siete pronti ad immergervi nell’atmosfera di un poliziescho tra i caratteristici carruggi di Chiavari?

Allora seguitemi!

Lacrime di coccodrillo
Lacrime di coccodrillo di Valeria Corciolani

Autore

Valeria Corciolani

Casa Editrice

Emma Books

Data di Pubblicazione

27 Gennaio 2016

Pagine

371

Trama

Guia deve badare ai piccoli Elia ed Emma, Lucia è alle prese con la traduzione dell’ennesimo romanzo e l’agenzia di catering appena avviata le assorbe più del dovuto. Nulla però può impedire alle due amiche di preoccuparsi per Betti. Soprattutto da quando ha preso a frequentare Raul, ribattezzato non a caso fecalomo, “la vera essenza del bastardo”. Quando, dopo due giorni di inspiegabile silenzio, finalmente Betti si fa viva, è in preda al panico: il fecalomo è morto e ad ammazzarlo è stato proprio lei, con una dose eccessiva di… Guttalax! Ma Betti è tutto fuorché un’assassina e così le tre amiche – Lucia con il suo senso pratico, Guia grazie all’intuito e alla sensibilità e Betti, be’… Betti resta Betti anche in simili frangenti – si ritroveranno ad aiutare l’affascinante commissario Lanzi e l’ispettore Olivari a indagare su un caso che si rivelerà ben più di un affare di cuore. Perché Raul non si chiamava Raul, per cominciare, e aveva una moglie, un vagone di amanti e soprattutto un potente e losco magistrato come padre… In una silenziosa cittadina di mare, con l’aria salata che avvolge i colli fitti di ulivi, tra gli stretti carruggi, i moli, la spiaggia di ciottoli, proprio quando i turisti fanno i bagagli e arriva l’inverno, si arrotola una vicenda che aggancia, mescola e arruffa le vite delle tre amiche, avvolgendo nelle sue spire chiunque capiti a tiro.

Recensione

Inizio subito col dire, che si tratta di un romanzo corale, dove ogni personaggio contribuisce a rendere la trama affascinante.


Betty, in preda al panico,  decide di chiamare le sue amiche, Lucia e Guia, per dire di essere convinta di  aver ucciso il suo partner, dandogli da bere del guttalax.

Leggi tuttoRecensione Lacrime di Coccodrillo

Recensione La verità è che non ti odio abbastanza

Buon giorno readers!

Vi avviso, il romanzo che sto per recensire crea veramente dipendenza.

Una volta iniziato non riuscirete più a smettere di leggerlo e di ridere.

Autore

Felicia Kingsle

Casa Editrice

Newton Compton

Data di Pubblicazione

4 Novembre 2019

Pagine

416

La verità è che non ti odio abbastanza
La verità è che non ti odio abbastanza

Trama

Lexi è una principessa, non delle favole, ma dell’Upper East Side. La sua vita perfetta da facoltosa ereditiera di un impero finanziario scorre tra feste esclusive e shopping sfrenato nel quartiere più lussuoso di New York. A ventisette anni ha già la certezza di un futuro luminoso, di aver vinto la partita, almeno finché un affascinante sconosciuto non le cambia le carte. Il principe azzurro? No, è Eric Chambers, detective di punta dell’FBI, che sta indagando su una truffa miliardaria in cui è coinvolta la famiglia Sloan, venuto a spodestarla dal suo trono. Tanto attraente quanto ruvido e poco disponibile, Eric la reputa viziata e superficiale, e la tratta con distacco e indifferenza. Tra i due è subito guerra. Con tutti i suoi beni confiscati, Lexi si ritrova in mezzo a una strada da un giorno all’altro, ma lei non ha nessuna intenzione di rimanerci. Anzi! Se Eric le ha tolto tutto, dovrà essere lui ad aiutarla e Lexi non accetterà un no come risposta, almeno finché non sarà riuscita a riabilitare il nome della sua famiglia, anche perché lei sarebbe una preziosa risorsa per le indagini. Riusciranno l’ereditiera che cuoce i toast usando il ferro da stiro e l’integerrimo detective di Brooklyn a collaborare senza scannarsi? O senza… innamorarsi? 

Recensione

Facciamo la conoscenza di Lexi, una ragazza di ventisette anni con un patrimonio immenso, tanto che le sue uniche preoccupazioni, sono quelle di fare shopping e partecipare a party esclusivi insieme Alle amiche e il fidanzato.

Leggi tuttoRecensione La verità è che non ti odio abbastanza