Pensiero Profondo n. 2

Era una follia, un enormità e come potesse lui non esserne scoraggiato Sara non riusciva a comprenderlo. Non conosceva lo scoramento, suo marito , la depressione, la sensazione di non avere energia, capacità, spirito, risorse bastevoli a una qualsiasi impresa. Impossibile era una parola che non conosceva. Rinunciare un verbo blasfemo. Il fallimento dell’anno precedente e anche la notevole perdita economica non avevano scalfito minimamente i suoi intenti, né l’autostima, solo alimentato il desiderio di riuscire. Non era affatto chiaro se una volontà così forte, o una tempra così indomita si dovessero ammirare, biasimare o piuttosto temere.

Amalia Formenti