La ragazza del KGB

RecensioneLa Ragazza del KGB

Scelte impossibili

Buon giorno readers!

Oggi vi presento la recensione di un libro, che parla di tradimenti, segreti e scelte impossibili.

Siete curiosi di saperne di più?

Allora seguitemi!

La ragazza del KGB
Copertina del libro la ragazza del KGB

Autore

Jennie Rooney

Traduttore

Velia Februari

Casa Editrice

Piemme

Data di Pubblicazione

4 Dicembre 2018

Pagine

414

Trama

Un romanzo intrigante, pieno di segreti, bugie e tradimenti ora diventa un grande film con Judi Dench

Ispirato alla vicenda reale di Melita Norwood, la donna smascherata a 87 anni come la principale spia del KGB in Inghilterra durante la seconda guerra mondiale e per tutta la guerra fredda.

Joan Stanley è la nonna che tutti vorrebbero avere.

Peccato che nasconde un segreto talmente straordinario che se anche lo avesse rivelato a qualcuno, nessuno ci avrebbe creduto. Quando legge sul giornale la notizia della morte del suo vecchio amico Sir William Mitchell, capisce che, alla fine, sono andati a prenderlo.

E presto verranno a prendere anche lei.

E infatti improvvisamente viene arrestata. Perché Joan è stata la spia britannica di più lungo servizio del KGB. E a partire dal 1937 aveva visto e fatto cose che non hanno mai smesso di torturarla

Un romanzo intrigante, pieno di segreti, bugie e tradimenti; al tempo stesso storia di spionaggio e storia d’amore.

Recensione

In una fredda mattina di gennaio, in una villetta inglese un’anziana signora, Joan Stanley sta osservando la foto del necrologio di una sua vecchia conoscienza.

Se per altri, quella foto, può rappresentare una visione nostalgica, per Joan è la visione di un fantasma.

Joan sa, che non è morto per cause naturali, ma sono andati a prenderlo e presto verranno anche da lei.

Infatti, due agenti del servizi segreti, si presentano alla sua porta per arrestarla, accusandola di aver commesso reati gravissimi.

Infatti, durante la seconda guerra mondiale e durante la guerra fredda, Joan è stata la spia britannica di più lungo corso del K.G.B..

La struttura narrativa del romanzo, è formata da continui flashback tra l’interrogatorio da parte degli agenti dei servizi segreti e il periodo che Joann ha trascorso all’università di Cambridge.

Facciata dell’università di Cambridge
Facciata dell’università di Cambridge

Nonostante Joan, sia una donna molto intelligente, è anche molto ingenua, tanto da non capire di venir manipolata, da persone false e senza scrupoli, pronte a tutto pur di ottenere le informazioni.

Inoltre, Joan non è la classica spia russa che ci immaginiamo, ma si trova al posto giusto e al momento giusto per carpire le informazioni e trasmetterlo al suo contatto.


La parte iniziale del romanzo, è scritta in modo troppo descrittiva e la storia si avvia molto lentamente.

Ma superato questo primo scoglio, la scrittura diventa molto più fluida e la storia diventa sempre più serrata.

Un altro argomento importante, che viene trattato nel libro, è quello di riuscire a compiere una decisione tra due scelte  impossibili. 

Infatti, Joan ha dovuto fare una scelta impossibile che le cambierà la vita e per questo dovrà rendere conto delle sue azioni. 


Conclusione

Questo è un romanzo affascinante, che parla di un periodo cupo della storia, dove le persone hanno dovuto compiere delle scelte impossibili, che non avrebbero mai pensato di dover prendere.

é un libro con una protagonista dotata di grande intelligenza ma anche di debolezze che la rendono indimenticabile.

Consiglio la lettura della ragazza del KGB a tutti, ma in particolar modo a chi ama le storie di spionaggio e di avventura con personaggi particolari.

Buona lettura!

Lascia un commento