Recensione La Fortuna Di Una Lady

Una storia semplice

Buon giorno readers!

Vi presento la recensione di una storia semplice, dalla trama ingannevole.

Siete curiosi di saperne di più?

Allora seguitemi!

La fortuna di una lady
Copertina del libro la fortuna di una lady

Autore

Sara P. Grey

Casa Editrice

Dri Editore

Data Di Pubblicazione

26 Novembre 2019

Pagine

280

Trama

Inghilterra, 1890

Una ragazza sola, senza memoria, senza un soldo, scampata a una terribile tragedia.

Un duca dal cuore tenero e dalla volontà di acciaio.

Un incontro fortuito e il mistero di un’identità da scoprire: chi è Katherine “Rivers”? Una lady in fuga o una semplice istitutrice? E come può aiutarla il duca di Westburn a recuperare la memoria perduta?

Il passato torna a dare la caccia all’improbabile coppia e le rigide convenzioni sociali minacciano una prematura separazione giocando con la vita e le prospettive di felicità dei protagonisti di “La fortuna di una lady”.

Chi la spunterà?

Recensione

Il libro, comincia col narrare le disavventure di Katherine.

Infatti in una notte tempestosa, la ragazza, travestita da serva, sta fuggendo a bordo di una carrozza pubblica, stipata di gente maleodorante

Ma il peggio deve ancora arrivare.

Proprio a causa del temporale, la carrozza viene travolta da un ondata di fango e detriti, che la fanno precipitare nel fiume.

La povera Katherine, sarebbe certamente annegata se sulla strada, non fosse sopraggiunto un duca a cavallo, pronto a gettarsi nelle gelide acque per Salvarla.

Tuttavia, le disgrazie della povera Katherine, non sono finite qui.

Infatti il duca, capisce immediatamente al risveglio di Katherine, che la povera fanciulla ha perso la memoria come conseguenza del traumatico volo nel fiume.

Il duca affascinato e impietosito dalla giovane, decide di prestarle assistenza, ospitandola sotto il proprio tetto ducale, fino a quando non riavrà riacquistato la memoria.

Cottage inglese
Un tipico cottage inglese

Questo è un classico esempio, di come la trama faccia pensare a un libro gradevole e interessante, ma in realtà dopo aver iniziato a sfogliare qualche pagina si incomincia a sbadigliare.

Inizio col parlare degli aspetti positivi di questo romanzo.

Sicuramente la trama è coerente dall’inizio alla fine.

Inoltre, l’autrice rispetta abbastanza fedelmente le regole sociali di quell’epoca.

infine, si può apprezzare la crescita personale del duca, che da persona rigidamente attaccata alle convenzioni sociali, si trasforma in un uomo innamorato.


Ma veniamo alle note dolenti.

Il tipo di scrittura di questo libro, è banale e piatto, suscitando soltanto noia.

Quando il compito di uno scrittore, è proprio quello di riuscire ad emozionare il lettore, solo col proprio modo di scrivere, a prescindere dalla trama.

Inoltre, ho trovato veramente insopportabile, il personaggio di Katherine, perché sembra irreale.

Infatti, la fanciulla è bellissima, perfetta, senza un difetto, sa come comportarsi in presenza delle teste coronate.

Katherine tiene a freno qualunque pulsione o emozione che prova per il duca.

Infine, la ragazza riesce a trovare del tempo, per insegnare ai monelli e ad assistere ai poveri.

Questo libro lo consiglio, soltanto, ed esclusivamente, a chi non vuole provare forti emozioni, ma vuole leggere una storia semplice e lineare dall’inizio alla fine.

Buona lettura!

Lascia un commento