Recensione Come il sole di Miriam Tocci

Buon giorno readers!

Volete fare la conoscenza, di un libro meraviglioso che parla di speranza e di seconde opportunità?

Allora seguitemi!

Come il sole
Come il sole di Miriam Tocci

Autore

Miriam Tocci

Casa Editrice

Self-publishing

Data di Pubblicazione

3 Settembre 2019

Pagine

300

Trama

Si può rinascere dalle ceneri della propria vita?

Giulia vuole credere in se stessa. È difficile però, quando tutto va storto. Nel giorno del suo trentesimo compleanno, scopre di essere stata tradita dal fidanzato e perde l’incarico nella casa editrice dove lavora. La vita sembra crollarle addosso, ma Giulia fa tabula rasa: con il sorriso sulle labbra e il cuore a pezzi, accetta un nuovo impiego in un campeggio sul lago Trasimeno, decisa a rinascere.

Marco, agente dei NOCS rimasto vittima di un infortunio durante un’operazione di commando, ha invece perso ogni speranza. È tormentato da incubi e da un lacerante senso di colpa per la morte di un compagno e amico, e vive all’ombra di se stesso, con l’unica prospettiva di mantenere fede a una promessa. L’incontro casuale e brillante con Giulia riesce a portare luce nella tempesta di Marco e l’attrazione si rivela subito intensa per entrambi.

Sulle sponde del Trasimeno illuminato dalla primavera, Giulia sente che solo grazie all’amore è realmente approdata a una vita nuova, finché un pericolo non si affaccia inaspettato, rompendo ancora ogni equilibrio.

Recensione

All’inizio della storia, facciamo subito conoscenza con Giulia.

è una ragazza solare, allegra, che riesce a trovare sempre gli aspetti positivi della vita in ogni circostanza.

Apparentemente sembra avere tutto per essere una persona felice, 

Ha il lavoro dei suoi sogni come editor all’interno di una piccola casa editrice romana.

È fidanzata da tempo con Edoardo, un importante avvocato, che le ha chiesto di sposarlo.

Ma, nel giorno del suo compleanno, tutto è destinato a cambiare e niente sarà come prima.

Quando Giulia viene convocata dal suo capo, è convinta che le sarà rinnovato il contratto, invece scopre che il suo datore di lavoro ha deciso di licenziarla.

Dopo questa batosta Giulia, delusa e amareggiata, decide di tornare a casa per cercare di tranquillizzarsi e invece,  scopre che, il suo fidanzato, la tradiva da tempo con una collega del suo studio legale.

Inizialmente, Giulia delusa e furibonda, fa armi e bagagli  e decide  di stare per qualche giorno a casa del fratello gemello, per cercare di capire cosa fare del resto della propria vita.

Fortunatamente, Giulia riceve una telefonata da parte di Melania GIlardo, una vecchia amica della madre, che le propone di lavorare alla sua tavola calda, in un campeggio  presso le sponde del lago Trasimeno.

Ovviamente, Giulia accetta subito la proposta, sollevata di potersi allontanare da Roma e di aver trovato una sistemazione.

Inizialmente, Giulia ha qualche difficoltà ad adattarsi al nuovo ambiente, specialmente a causa di Fermo, il compagno di Melania, un uomo estremamente chiuso e riservato, che non ama i cambiamenti.

Tuttavia tramite la sua indole solare e ottimista, riesce presto a trovare un suo equilibrio.

Dopo essersi ambientata alla situazione del campeggio Giulia si accorge della presenza di un ragazzo, ombroso e taciturno,  che lavora come tuttofare.  

Qui facciamo la conoscenza di Marco Dalmasi, figlio del proprietario della tavola calda.

Marco appartiene all corpo speciale dei N.O.C.S., ma anche lui sta vivendo un periodo particolarmente difficile e tormentato della sua vita.

Nell’ultima missione, il suo amico Christian, che Marco considera come un fratello, ha perso la vita nel tentativo di proteggerlo e inoltre Marco è stato ferito ad una gamba.

Per questo ogni notte, rivive il trauma facendo degli incubi agghiaccianti.

Inoltre, vive costantemente col senso di colpa per la perdita dell’amico, convincendosi, di non meritare un futuro e che la sua vita non abbia più alcun senso.

Decide di tornare al campeggio soltanto per prendersi cura della famiglia del suo amico.

Una volta tornato al campeggio, Incontrerà Giulia in maniera stravagante, ma la ragazza con la sua voglia di vivere e la sua positività sarà in grado di smuovere Marco Dal suo senso di colpa

Questo incontro, sarà fondamentale per Marco, facendogli comprendere,  che c’è sempre una ragione per continuare a vivere e anche lui  merita di essere felice.

Questo è un libro meraviglioso.

È il romanzo ideale per quei giorni, nei quali sembra che vada tutto storto.

La storia è scritta in maniera fluida e scorrevole, che rende molto piacevole la lettura, .

Ho adorato entramb i personaggi, ma in particolare ho apprezzato molto la figura di Marco.

Non è il solito stereotipo di cartone, finto e inreale, ma un personaggio verosimile, con i suoi pregi e i suoi difetti.

Ho apprezzato anche la personalità di Giulia, Così solare e ottimista, anche nei momenti difficili della propria Vita.

Lo consiglio a tutti, perché è scritto bene e la storia è veramente carina.

Ma in particolare, questo libro è l’ideale per scacciare qualunque brutto pensiero.

Leggetelo e il buon umore sarà Assicurato.

4 commenti su “Recensione Come il sole di Miriam Tocci”

Lascia un commento